1E9A1277.jpg

Solo delle stupide potrebbero puntare tutto sulla fotografia,
hobby più “sovraesposto" di sempre, nell’epoca di Instagram.

Riconoscerlo è il primo passo per distinguersi.

I particolari, insieme alla professionalità, fanno la differenza.
 Un’amicizia, il comune credo nello scatto rubato,  
studio ed esperienza alle spalle e, di facciata, una bella presenza (una in due se preferite).

Nasce così, tra le incantevoli Langhe e il Monferrato non da meno, un lavoro volto a rendere ogni evento memorabile per molti, partecipanti e non, prezioso racconto dedicato a chi ne è protagonista.

Le due:

Letizia Cigliutti (1991). La mano di una designer formata allo IED e guidata dall’ esperienza acquisita presso Nurun e la forma mentis di una viaggiatrice seriale. Nel suo curriculum vanta una precoce collaborazione con l’artista contemporaneo Valerio Berruti.

Ilaria Saracco (1990) Laureata in Visual communication e fotografia allo IED. Come ogni fashion victim che si rispetti, è vanitosa, tanto da far esporre le proprie opere al Photissima art festival (Torino) e creare una mostra personale, presso la casa natale di Cesare Pavese.

 

edited by Chiara Cavalleris